Digital Welness: 3 app per stare meglio

Share Button

digital welnessLe ferie sono finite e piano piano si ricomincia a riprendere la nostra quotidianità lavorativa nella speranza che gli effetti della  vacanza, come il riposo e il relax e l’abbassamento del livello di stress, possano durare il più a lungo possibile.

Proprio per questo oggi voglio suggerirti 3 applicazioni che possono  aiutarti a mantenere quella condizione di benessere che le ferie ci hanno regalato.

Buddhify l’app per meditare.

buddhify

Buddhify è un’applicazione per la meditazione. Molto efficace  da utilizzare nelle giornate quando sentiamo che lo stress sta prendendo il sopravvento.

Ti aiuta ad aumentare il  livello di benessere mediante la meditazione mindfulness-based on the go. Questo tipo di meditazione può essere utilizzato in qualsiasi momento della giornata e tiene allenata la mente riducendo la tensione.

L’applicazione include più di 40 brani di meditazione-guidata, tutti classificati per umore o attività. Una ruota di colori ti chiede cosa stai facendo: cucinando, passeggiando in un parco, oppure se sei alle prese con un’emozione  da gestire e ti propone la meditazione adatta alle tue esigenze.  Ogni lezione varia dai 5 ai 20 minuti e, quindi, puoi scegliere in base al tempo che hai da dedicare durante la tua giornata.

Calm per ritrovare l’equilibrio.

Calm è  un’applicazione pronta a calmarti!

I ruscelli, l’acqua, il fuoco e il cinguettio degli uccelli ti vengono in aiuto  in modo da poter ripristinare il cervello e riportarti in uno stato di calma con il potere della meditazione.

Space per chi non riesce mai a “scollegarsi”

space

ll consumatore medio di oggi trascorre circa cinque ore al giorno sul proprio smartphone. Sempre più persone tendono a stare perennemente “collegati” con il loro dispositivo e ne diventano dipendenti.

La dipendenza da smartphone è una condizione reale chiamata nomophobia. Significa che non possiamo vivere letteralmente senza il nostro telefono in mano.

Purtroppo, il tempo che spendiamo sui nostri dispositivi finisce per essere esagerato.

Ecco che un  app Space aiuta a combattere il social media e la dipendenza da smartphone, aggiungendo “spazio” tra una connessione e l’altra.

Conclusione

Ritrovare se stessi tramite un app potrebbe andare contro i paradigmi della meditazione dove “spegnere tutto” è l’unico modo per entrare in sintonia con la nostra parte più profonda.

A volte però usare la tecnologia per sostenere la salute fisica  può comunque venirci in aiuto, soprattutto in particolari momenti dove dobbiamo velocemente ritrovare il nostro stato emotivo giusto per continuare la giornata nel migliore dei modi.

Molte persone per rilassarsi ascoltano la musica tramite  lo smartphone perché non ascoltare anche una buona meditazione guidata?