La lunghezza giusta del post che cattura il lettore

Share Button

Lunghezza del post blogUna delle domande più frequenti quando si crea un articolo per il blog è sulla sua lunghezza. Sappiamo che a seconda del numero delle parole migliora la SEO, si diventa autorevoli nel proprio settore  e se scritto seguendo alcuni criteri di base si ottengono contatti.

In passato quando scrivevo articoli per il blog, ricordo che erano sufficienti 500 parole. Oggi  gli esperti suggeriscono di scrivere testi con almeno 2000 parole.

I risultati di una ricerca hanno mostrato che la capacità di attenzione media umana è scesa da 12 secondi nel 2000 (periodo rivoluzione mobile) a otto secondi.

In base ad una velocità media di 130 parole al minuto, per leggere un articolo di 2000 parole ci vogliono almeno 15,4 minuti.

Se metto in relazione questi dati mi viene una domanda: se la soglia di attenzione è solo  otto secondi come è possibile farla mantenere al lettore che deve leggere un articolo per 15 minuti?

Per non parlare del fatto che normalmente quando leggiamo tramite un dispositivo mobile molto spesso siamo in luoghi le cui caratteristiche sono tutt’altro  che favorevoli alla lettura, non facilitano la concentrazione e sono piene di distrazioni: sull’autobus, in treno, al bar, in coda all’ufficio postale, ecc.

Come fare per mantenere viva l’attenzione sul tuo blog?

Stando agli ultimi dati, il contenuto in forma lunga mantiene il visitatore sul sito per più tempo e  sembra essere anche  un fattore rilevante dell’algoritmo di Facebook. Il tempo trascorso sul tuo sito determina il grado di interesse dell’utente ossia la conferma all’algoritmo che hai trovato quello che cercavi.

Se da una parte soddisfiamo l’esigenze dell’algoritmo di Facebook e di Google dall’altra è bene chiederci se un articolo di circa 2000 parole soddisfa l’esigenza del lettore.

Scrivere un  post per il nostro blog con circa 2000 parole può diventare difficile non tanto nel crearlo ma nel riuscire a mantenere viva l’attenzione fino alla fine.

Un lungo articolo se scritto male  non verrà  letto fino in fondo. Il visitatore  probabilmente se ne va dal tuo sito piuttosto presto e probabilmente non tornerà sul tuo blog per leggere nuove informazioni. Alla fine articoli lunghi e scritti male non soddisfano né Google né il tuo pubblico.

L’unico modo per scrivere un post del blog di successo con circa 2000 parole  è di rendere sicuro il tuo argomento con uno schema ben strutturato e di facile lettura.

Cosa vuoi veramente dal lettore del tuo blog?

Prima di avventurarci nel scrivere un articolo di circa 2000 parole forse è meglio chiederci cosa veramente vuole il nostro lettore in relazione a cosa vogliamo noi, tralasciando per un attimo quello che vuole Google e/o Facebook. Non dico che non sia importante seguire le esigenze dei motori di ricerca dico solo che all’inizio è meglio dare un po’ più di attenzione  al nostro potenziale pubblico anche perché saranno alcuni di  loro a diventare i nostri clienti.

Se stai cercando  di costruire una tua audience  è essenziale capire i tuoi obiettivi in base anche alle esigenze del tuo lettore.

Ho sperimentato nel tempo diverse lunghezze nel creare articoli per i blog,  da 200 parole a 1800 circa. Ognuno ha portato risultati diversi.

Se per esempio vuoi molti commenti, un post troppo lungo rischia di bloccare la comunicazione. Un po’ come succede in una conversazione dal vivo: immagina una persona che parla, parla, parla e non lascia spazio agli altri…sicuramente ti viene voglia di andare via.

Vuoi più commenti sul tuo blog?

Fai un articolo breve 300/500 parole e cerca di stimolare la conversazione con dei feedback, fai domande ai tuoi lettori e genera una discussione.

Vuoi più traffico organico generato da Google per il tuo blog?

Scrivi articoli lunghi 1500/2000 parole. I motori di ricerca amano i post lunghi in particolare quando sono concentrati su un argomento  che sta particolarmente a cuore ai lettori.

Vuoi trasmettere autorevolezza/credibilità?

Se vuoi trasmettere autorevolezza e credibilità ecco che il post medio con circa 800/1000 parole è un’ottima formula. Il lettore sta proprio cercando di risolvere un problema e tu, in qualità di esperto, gli stai offrendo la soluzione. L’attenzione del lettore è alle stelle, stai certo che se il contenuto è interessante, lo leggerà fino alla fine e con una  strategica CTA (chiamata all’azione), ti lascia anche il suo contatto.

3 formule  per catturare il  lettore del tuo blog

formula lunghezza  post blog

Per catturare il lettore fin da subito bisogna creare un buon  aggancio. o attacco.

In letteratura viene definito “Incipit” ed è la formula iniziale dove comincia il racconto ed è proprio da qui che i grandi scrittori  catturano il lettore.

Uno degli Incipit più famosi che ricordo e che mi è rimasto nel cuore è questo: «Tutte le famiglie felici sono simili tra loro, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo» Bellissimo incipit del capolavoro della letteratura russa, il romanzo Anna Karenina di Lev Tolstoj, che fin dalle prime battute ti trascina dentro la narrazione.

Questo è l’esempio di come la  prima frase dovrebbe essere in grado di catturare il lettore e allo stesso tempo, dargli l’idea di ciò che sarà il seguito.

L’esempio riportato ci è stato utile per capire cosa significa “catturare” l’attenzione del lettore. Tuttavia nel nostro caso non dobbiamo scrivere un incipit come un capolavoro ottocentesco ma un articolo per il nostro blog dove puoi applicare  altre formule sicuramente più semplici e adatte al tuo post.

Qui di seguito 3 formule che puoi utilizzare per attirare l’interesse della tua audience con il tuo articolo.

Si può iniziare con:

  1. Una domanda – “Ti piacerebbe______________?
  2. Una citazione “ Un libro deve essere come un’arma che possa rompere i mari ghiacciati dentro di noi. Franz Kafka”
  3. Una statistica – “Secondo la _______ di _____, il 99,9 per cento dei blogger sperimenta ______

Per non annoiare troppo il lettore la formattazione è molto importante:

  1. Dividi il post in paragrafi non troppo lunghi (max 5/6 righe).
  2. Utilizza il grassetto per alcune parole a tema con l’argomento.
  3. Non trascurare l’importanza delle immagini.

Conclusione

Se sei ispirato  non avere paura di scrivere post che sono oltre 1800 parole.  Allo stesso tempo, non preoccuparti  sei il tuo post è lungo solo 300 parole.

Ricordati  che la lunghezza del post  può variare  a seconda del tuo obiettivo e alle esigenze della tua audience.

Scrivere contenuti di qualità  richiede tempo e strategia. Se il tuo obiettivo è quello di scrivere articoli lunghi con più di 1000 parole assicurati che sia leggibile e che mantenga viva l’attenzione del pubblico. Se sei all’inizio  cerca di massimizzare il tuo post intorno 700-800 parole.

Ultimo consiglio: divertiti quando scrivi!

N:B: Il post che hai appena finito di leggere è  di  1071 parole.

formazione digital marketing bologna